FareLatte.it

a cura di GrandaTeam

Sei efficiente nell'allevamento delle manze? parte I

Sei efficiente nell'allevamento delle manze? parte I

Ven, 03/08/2012 - 17:09 -- Greg Bethard

Benvenuti al primo appuntamento con la mia rubrica “Latte a Stelle e Strisce”! Oggi inizieremo parlando di “Costo di Sostituzione".

Nella maggior parte degli allevamenti degli Stai Uniti i tre maggiori costi di produzione sono rappresentati da quelli alimentari, da quelli relativi all’allevamento delle manze (costo di sostituzione) e infine da quelli inerenti il lavoro. Normalmente espressi su base di 100 kg di latte prodotto , essi sono le aree chiave che fortemente possono essere condizionate dalla gestione dell’allevamento e ovviamente dalle performance che mandria riesce ad esprimere. 

Concettualmente il Costo di Sostituzione è il costo necessario al mantenimento della dimensione della mandria. Sebbene vi possono essere metodi diversi per determinare tale costo, il concetto è comunque simile nei diversi metodi. La formula [(valore delle vacca vendute – costo di produzione della manze) / latte venduto] è infatti la base per il calcolo di questo costo di sostituzione. 

Spesso il tasso di eliminazione (o turnover della mandria) è utilizzato per valutare la salute di una mandria e l’efficienza nella sua sostituzione, ma alla luce di questo nuovo concetto di Costo di Sostituzione e delle sue implicazioni diventa ovvio come il tasso di eliminazione o qualsiasi altra misura del turnover di una mandria sia un parametro poco significativo nel valutare la salute di un allevamento e il costo per mantenerne la dimensione. Espresso in termini di dollari spesi per ogni 100 kg di latte prodotto, un obiettivo ragionevole nella maggior parte delle aree del paese è quello di avere un costo di sostituzione inferiore a 3.3$. Poiché come appena detto esso è normalmente espresso su base di 100 kg di latte prodotto, tale valore è indifferente alla dimensione ed al livello produttivo dell’allevamento. Esso può essere comparato per mandrie che hanno 100 o 10000 vacche, cosi come per allevamenti che producono in media 25 kg piuttosto che 40 kg di latte per vacca. Con un esempio molto semplice nel caso di un allevamento di 1000 vacche il Costo di Sostituzione è il costo necessario a mantenere queste 1000 vacche in allevamento giorno dopo giorno. 

Metodo (Cash ) per la determinazione del Costo di Sostituzione 

Il metodo cash per determinare il Costo di Sostituzione utilizza la seguente formula :  

 (Costo per l’allevamento e l’acquisto della Manze ) - (Ricavo dalle vacche vendute) 

                                           kg di latte prodotti*100 

 

La prima parte del numeratore definita come “Costo per l’allevamento o l’acquisto della Manze” include tutti i costi che si hanno per portare un animale al giorno del primo parto. Per le manze allevate ciò significa includere tutti costi dalla nascita al primo parto ovvero i costi per alimenti, lavoro, vaccini, trattamenti farmacologici, costi dei macchinari ecc ecc. Per rispondere alla domanda “Devo considerare questa spesa come parte del Costo di Sostituzione?” occorre considerare se tale spesa scompare nel caso in cui noi non allevo le manze . Se la risposta è si, allora essa va considerata nei Costo di Sostituzione.Nel caso di acquisto di manze, esso include tutti i costi connessi a tale acquisto, incluso il trasporto e costi eventuali di commissione. Inoltre in tal caso occorre considerare anche i costi che abbiamo dal giorno dell’acquisto sino al parto, quali alimenti, lavoro e costi sanitari. 

La seconda parte del numeratore è il “ Ricavo dalla Vacche Vendute”, che include l’introito ricevuto dalla vendita della vacche e delle manze eliminate a cui sommare il ricavo della vendita di eventuali manze vendute ad altri allevamenti. In una situazione in cui tutte la manze vengono acquistate, il valore dei loro vitelli venduti può essere incluso nella seconda parte di tale numeratore. 

 

A presto per la seconda parte! Greg 

 

 

Aggiungi un commento