FareLatte.it

a cura di GrandaTeam

TRANSIZIONE 4.0 .Durante la fase di transizione . Sì alla strategia della prevenzione

TRANSIZIONE 4.0 .Durante la fase di transizione . Sì alla strategia della prevenzione

Dom, 11/02/2018 - 08:13 -- grandateam

Si è svolto presso l’azienda Cirio Agricola a Caserta un workshop formativo tutto dedicato al periodo di transizione della vacca da latte. Tra i presenti  25 tecnici del settore dairy che, insieme agli specialisti Granda Team e allo staff di CIRIO AGRICOLA hanno affrontato il tema del presidio della transizione .

Secondo gli esperti di Granda Team, durante questo delicato periodo,è fondamentale puntare a una corretta gestione  alimentare al fine di rimuovere le cause predisponenti i problemi di salute delle vacche al parto ed evitare così trattamenri farmacologici.Tra i presenti circa 25 tecnici del settore dairy che, insieme agli specialisti Granda Team e allo staff Transition  Cirio Agricola hanno affrontato il tema del presidio della transizione.

.«Quando parliamo del periodo di transizione nelle bovine da latte ci riferiamo aun particolare momento in cui notevolipotenzialità gestionali e grandi variabilitàfisiologiche entrano in gioco nel determinarelo stato di benessere della mandria– spiega Cristian Rota, specialista consulente Granda Team , l’opportunità è quella di avere vacche che entrano inproduzione con un eccellente stato di salutee che quindi forniranno da subito un'importante contributo economico all’allevamento.

Nel contempo sappiamo che una sensibile percentuale di queste può andare incontro a una o più problematiche sanitarie legate all’evento del parto, per le quali devono essere prontamente trattate».Neil Michael di A&H, veterinario statunitense specialista della transizione chelavora con il gruppo Granda Team, spiega che ricorrere all’uso di trattamenti non è  certo una vittoria, perché comunque rappresenta di fatto una significativa perdita di tempo, di soldi, di produttività, di fertilità ,insomma di benessere per gli animali, con relative conseguenze che possono arrivare persino alla decisione ultima di dovere liminare precocemente alcuni di loro.

È consigliabile quindi, secondo quanto detto dagli esperti, adottare strategie gestionali e di alimentazione che ci permettanodi andare, per quanto possibile,oltre la logica del trattamento, cercando di rimuovere le cause predisponenti i problemidi salute delle vacche al parto

SCARICA L'ARTICOLO COMPLETO USCITO SULL'INFORMATORE ZOOTECNICO 

GUARDA IL PROGRAMMA TRANSIZIONE 4.0 By GRANDA TEAM

Aggiungi un commento